1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuto della pagina

Impianti pubblicitari: autorizzazione per nuova installazione e rinnovo

  1. Che cos'è
  2. A chi rivolgersi
  3. Cosa occorre
  4. Costi
  5. Tempi
  6. Note
  7. Norme, moduli e documenti

Che cos'è

Per impianti pubblicitari si intendono:

  • insegne d'esercizio;
  • preinsegne;
  • sorgenti luminose;
  • cartelli;
  • striscioni:
  • impianti di pubblicitàe propaganda;
  • locandine;
  • manifesti /cavalletti;
  • impianti pubblicitaridi servizio.

Per l'installazione, il ripristino o la modifica delle strutture sopra elencate sulla strada di qualsiasi tipo è necessario richiedere apposita autorizzazione al Comune. La richiesta deve essere presentata dal chi dispone dell'impianto pubblicitario oppure dalla ditta fornitrice dell'impianto per conto dell'utilizzatore finale (committente). L'autorizzazione è necessaria sia per gli impianti temporanei che per quelli permanenti.

L'autorizzazione ha durata di 3 anni (tranne che per le richieste di pubblicità temporanea) e può essere rinnovata dietro presentazione di specifica richiesta.

Non sono soggetti alla richiesta di autorizzazione:

  • le targhe professionali all'ingresso della sede dell'attività, purchè di dimensioni non superiori a mq 0,15 e che non siano insegne di esercizio nonchè le indicazioni grafiche poste sulle vetrine allo scopo di garantire la sicurezza delle persone;
  • le forme di pubblicità sanitaria relative a strustture di ricovero e cura e le strutture ambulatoriali, ad eccezione di quelle relative all'esercizio di professioni sanitarie ausiliarie e gli studi professionali.
 

A chi rivolgersi per avere informazioni

Settore Governo del Territorio - ufficio Ecologia tel. 0331 526.213 e-mail ecologia@comune.castellanza.va.it - orari di apertura al pubblico: vai alla pagina.

 

A chi fa capo il procedimento

Tel. 0331 526.213 e-mail ecologia@comune.castellanza.va.it.
Responsabile del procedimento: dr. Fabio Spadoni.

 

Cosa occorre

E' necessario presentare domanda in duplice copia, di cui una in bollo, utilizzando l'apposito modulo (vedi sotto). Alla domanda di nuova autorizzazione va allegata in triplice copia la seguente documentazione tecnica:

  1. relazione tecnica con l'indicazione dei materiali e colori utilizzati;
  2. progetto con prospetto in scala con l'indicazione delle dimensioni e degli ingombri dell'impianto;
  3. planimetria dalla quale si deduca l'esatta ubicazione dell'impianto, anche in relazione all'ambiente circostante;
  4. bozzetti a colori dei messaggi da esporre, eventualmente con rilievi fotografici e/o fotomontaggi;
  5. attestazione con la quale l'interessato si impegna alla rimozione degli impianti in caso di ingiunzione da parte dell'ufficio;
  6. in caso di installazione su area privata, generalità complete del proprietario del suolo o dell'immobile sul quale si intende collocare l'impianto.

Oltre alla documentazione tecnica sopra elencata, il richiedente dovrà allegare:

  • titolo di proprietà o uso dello stabile o del suolo su cui verrà installato l'impianto (se su area privata);
  • copia dell'autorizzazione occupazione del suolo pubblico rilasciata dal settore Opere Pubbliche (se su area pubblica);
  • certificato di conformità ex L. 46/90 e ex LR 17/00 (in caso di impianto illuminato o luminoso);
  • dati completi della società installatrice (qualora non installato in proprio dal richiedente);
  • copia del versamento dei diritti di segreteria;
  • ulteriore marca da bollo da applicare sul provvedimento di nuova autorizzazione.

Alla richiesta di rinnovo occorre invece allegare l'originale dell'atto di autorizzazione dell'impianto.

La domanda va presentata almeno 60 giorni prima dell'installazione (o della scadenza in caso di rinnovo) all'Ufficio Protocollo del Comune che ritirerà l'originale in bollo e restituirà al richiedente la copia con il timbro di ricevuta. La domanda può essere anche inviata tramite raccomandata R/R o tramite PEC all''indirizzo istituzionale comune@pec.comune.castellanza.va.it (in tal caso il richiedente dovrà scansire e inviare il modulo compilato con apposta la marca da bollo debitamente annullata; la seconda marca da bollo andrà consegnata all'URP al momento del ritiro dell'autorizzazione).

 

Quanto costa

L'importo del diritto di segreteria in base alle tariffe vigenti è di € 58,60 per i nuovi impianti e € 23,90 per i rinnovi. Il pagamento dei diritti di segreteria può avvenire con le seguenti modalità:

  • pagamento con carta di debito (prepagata / Bancomat) all'Ufficio Tributi / Economato (negli orari di apertura al pubblico);
  • bonifico Bancario intestato a : COMUNE DI CASTELLANZA -Tesoreria Comunale - Viale Rimembranze, 4- 21053 CASTELLANZA (VA) - C.F.: 00252280128 - COD. IBAN: IT 18 Y056 9650 12000000 7329 X 23;
  • pagamento online tramite il sistema ScrignoPagoFacile (la pagina è raggiungibile anche dal link nella sezione “Servizi online” dell'homepage) gestito dalla Tesoreria comunale Banca Popolare di Sondrio; negli appositi menu a tendina è necessariospecificare, oltre all'ente destinatario, il tipo di pagamento (nel caso in questione occorre selezionare "AUT. E RINN. AUT. IMP. PUBBLIC");
  • versamento su ContoCorrente Postale n. 19920214 intestato a Tesoreria Comunale Comune di Castellanza con la causale "rilascio autorizzazione pubblicitaria".
 

Quanto tempo ci vuole

Il procedimento ha una durata di 60 giorni dalla presentazione della domanda (30 per pubblicità temporanea), salvo interruzioni per domanda incompleta di allegati o informazioni necessarie.

In caso di non accoglimento della domanda, al richiedente verrà restituita la marca da bollo unitamente alla lettera con la quale saranno illustrati i motivi del diniego. I diritti di segreteria rimarranno al Comune per coprire le spese di istruttoria.

 

Nota bene

  • Per installazioni in area soggetta a vincolo ambientale (150 m. dal fiume Olona) è necessaria anche l'autorizzazione paesaggistica che verrà richiesta d'ufficio a seguito della presentazione della domanda. I termini per l'autorizzazione sono sospesi fino alla conclusione della procedura paesaggistica.
  • Qualora l'impianto venisse installato su un'area pubblica, il richiedente è tenuto anche a versare alla San Marco Spa (via Roma 26 - tel. 0331 503336), azienda concessionaria del Comune, l'importo del tributo comunale.
  • L'autorizzazione deve essere ritirata entro i termini per l'installazione degli impianti; in caso di mancato ritiro, essa sarà considerata decaduta.
  • L'installazione di impianti senza autorizzazione è punibile con sanzioni amministrative. L'importo dei diritti di segreteria del procedimento per la rimozione e deposito di impianti pubblicitari abusivi rimossi per l'anno 2014 è di € 343,30.
 

Riferimenti normativi

"Regolamento per la pubblicità sulle strade", nel quale sono disciplinate nel dettaglio le modalità di installazione in base alla tipologia degli impianti.

Moduli e documenti