1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuto della pagina

Raccolta differenziata dei rifiuti

  1. Che cos'è
  2. A chi rivolgersi
  3. Note
  4. Norme, moduli e documenti

Che cos'è

La raccolta differenziata permette di selezionare i rifiuti isolando quelli che vengono conferiti alla discarica o all'inceneritore separando e trattando i materiali riciclabili (plastica, vetro, ferro, carta ecc.) ed isolando dal rifiuto indifferenziato gli elementi ad elevata tossicità o pericolosità (es. batterie, farmaci scaduti, prodotti elettronici, bombolette a pressione ecc.). E' una scelta di gestione ottimale da un punto di vista economico e produttivo ma anche un gesto di responsabilità nei confronti della tutela dell'ambiente: da un lato, la riduzione dei rifiuti non riciclabili ne diminuisce l'impatto in termini di inquinamento, dall'altro, la selezione e il processo di riciclo mettono a disposizione dei materiali che possono di nuovo trasformarsi in materie prime per la produzione industriale di manufatti di vario genere - abbassando quindi il "costo ambientale" del prodotto stesso.

Il Comune di Castellanza ha adottato il sistema di raccolta differenziata porta a porta: il rifiuto, selezionato dall'utente ed esposto in strada di fronte al proprio domicilio nel giorno di raccolta (stabilito in base ad una precisa turnazione per zone, giorni e tipologia di materiale), viene prelevato e indirizzato al riciclo oppure allo smaltimento. I materiali tossici o pericolosi devono essere invece conferiti alla piazzola rifiuti di via Turati direttamente dall'utente, mentre i rifiuti ingombranti di utenze domestiche - così come la frazione compostabile verde (tagli di potature) - possono essere portati alla piazzola oppure ritirati al domicilio dall'utente previa chiamata al numero verde 800.677.644.

Elemento portante della raccolta differenziata è il corretto impiego dei sacchi e dei contenitori che vengono forniti ad ogni utenza. In particolare, il comune di Castellanza ha introdotto  per la raccolta della frazione secca e per quella della plastica e lattine i sacchi RFid (Radio Frequency Identification) dotati di un di codice univoco a barre che identifica ogni singola utenza. L'obiettivo a breve periodo è quello di aumentare la qualità della raccolta e di ottimizzare i percorsi di conferimento sulla base dei volumi di raccolta; a lungo periodo, di applicare la tassazione sul servizio in relazione al rifiuto effettivamente prodotto da ogni singola utenza.

I sacchi vengono distribuiti una volta all'anno da S.I.Eco. in una quantità stimata sufficiente per l'intero anno. La fornitura annuale è gratuita, mentre i sacchetti aggiuntivi sono a pagamento, salvo casi particolari (famiglie con bambini piccoli o persone in disagio sanitario che producono rifiuti indifferenziati in numero superiore alla media stimata). I sacchi possono essere acquistati presso lo sportello S.I.Eco. in Comune (mercoledì dalle 15 alle 18 - sabato dalle 9 alle 12) oppure al distributore automatico posto all'ingresso del palazzo comunale di fronte all'URP.

Clicca qui per ulteriori dettagli sui sacchi RFid.

Rifiuti riciclabili

  • Carta, cartone e tetra-pak, che rappresentano la parte più consistente del materiale riciclato, devono essere inseriti nel secchio contenitore bianco. Vengono ritirati una volta a settimana il mercoledì o il venerdì (a seconda della zona);
  • plastica e lattine vanno nel sacco giallo RFid. Per rifiuti plastici si intendono bottiglie di acqua e bibite, contenitori rigidi e flessibili per alimenti (salumi, uova, pasta fresca, frutta e verdura, riso, dessert), vaschette per alimenti, piccole vaschette in polistirolo, piatti in plastica puliti, flaconi/dispenser per salse, creme, detergenti e cosmetici, vasetti per lo yogurt, reti/cestini per frutta e verdura, confezioni per abbigliamento, sacchetti e borse per la spesa, lattine in metallo per bibite e alimenti. Come per la carta, la raccolta avviene una volta a settimana il lunedì o il giovedì (a seconda della zona). E' importante sapere che i contenitori devono essere sciacquati e schiacciati prima di essere inseriti nel sacco;
  • bottiglie per acqua,vino, bibite, barattoli ecc in vetro vanno inseriti nei secchi contenitori di colore verde. La raccolta è settimanale il lunedì o il giovedì (a seconda della zona). Come per la plastica, il rifiuto deve essere svuotato esciacquato. Si sottolinea che le lattine di alluminio e di metallo vanno con la plastica e che non devono essere inseriti nel contenitore oggetti in ceramica, piatti, terrecotte (che comprometterebbero la qualità del vetro riciclabile): nei contenitori andrà quindi SOLAMENTE il vetro;
  • Frazione umida ovvero tutti gli avanzi di cibo freddi (verdura,carne, pesce, ossa, uova e gusci, frutta, pasta, pane ecc) e i tovaglioli dicarta, che vanno inseriti negli appositi sacchetti in mater-bi (biodegradabili). E' importante che per la raccolta vengano usati solo i sacchetti biodegradabili (e non quelli di plastica) e che comunque non venga inserito nel rifituo nessun materiale non organico (e quindi, non biodegradabile). La raccolta è bisettimanale mercoledì e sabato oppure martedì e venerdì.

Rifiuti NON riciclabili

La frazione secca è quella parte residua di spazzatura ce non rientra in nessuna delle categorie sopra elencate e che quinidi viene conferita, al momento della raccolta, al termovalorizzatore ACCAM di Busto Arsizio per essere trasformata in energia. Si tatta appunto di tutti i materiali non riciclabili come oggetti di plastica (rasoi usa e getta, piatti e bicchieri di plastica ecc), carte plastificate per alimenti, carta oleata stracci, stick in gomma e plastico (es. tubetto del dentifricio), materiale in moplen (catini e secchi), frazioni recuperabili molto sporche o inquinate, pannolini e assorbenti igienici, polveri di spazzamento, lettiere per animali (se non compostabili) ecc. Tutto questo materiale deve essere inserito nel sacco viola RFId; la raccolta viene effettuata settimanalmente martedì o sabato in base alla zona. Nella raccolta della frazione secca non devono essere inseriti: macerie, porcellana, terracotta e ceramica, vetro, pile e batterie, liquidi, vernici, lampadine, piccoli apparecchi elettrici o elettronici, giocattoli elettrici o a pila, toner di stampanti o fotocopiatrici, solventi, contenitori sotto pressione (spray). Questi ultimi vanno conferiti alla piazzola di via Turati. E' espressamente vietato utilizzare sacchi neri, che non permettono agli operatori di valutare a prima vista la corretezza della selezione del rifiuto.

Rifiuti pericolosi - In questa categoria rientrano le pile e i farmaci, gli olii minerali, icontenitori di materiali etichettati con i simboli T e/o F (vernici, colle,solventi) e le batterie delle automobili. Oltre che alla piazzola Le pile possono essere smaltite negli appositi contenitori stradali sparsi in numerosi punti di Castellanza e i farmaci nei contenitori posti davanti alle farmacie e all'Asl. Il resto va portato direttamente in piazzola.

Per conoscere la zona di appartenenza e per ulteriori informazioni sulla raccolta è possibile consultare l'opuscolo allegato (vedi sotto).

 

A chi rivolgersi per avere informazioni

Settore Governo del Territorio - ufficio Ecologia tel. 0331 526.213 e-mail ecologia@comune.castellanza.va.it - orari di apertura al pubblico: vai alla pagina.

S.I.ECO. - numero verde 800 677.644; Sportello c/o Municipio per la distribuzione dei sacchi RFId (viola e gialli) e dei contenitori: apertura mercoledì dalle 15 alle 18 e sabato dalle 9 alle 12.

 

A chi fa capo il procedimento

Tel. 0331 526.213 e-mail ecologia@comune.castellanza.va.it.
Responsabile del procedimento: dr. Fabio Spadoni.

 

Nota bene

  • I sacchi della differenziata devono essere esposti a partire dalle ore 18.30 del giorno precedente la raccolta fino alle 6 della giorno stesso, orario in cui inizia il passaggio degli addetti;
  • il materiale per la raccolta (sacchi e sacchetti) viene distribuito casa una volta l'anno tra gennaio - marzo a cura della società che gestisce la raccolta. Si tratta di una fornitura standard sulla base del consumo domestico tipo; qualora i sacchetti terminassero prima del previsto, è possibile acquistare un'ulteriore fornitura recandosi allo sportello S.I.ECO. aperto nella sede comunale il mercoledì pomeriggio (dalle 15.00 alle 18.00) e il sabato mattina (dalle 9.00 alle 12.00) oppure al distributore automatico posto all'ingresso del palazzo comunale (di fronte all'URP). Il costo convenzionato dei sacchi è di 5 euro per una mazzetta di 10 sacchi viola e di 3 euro per una mazzetta di 12 sacchi gialli (il sacco organico è gratuito);
  • le persone con bambini piccoli (fino a 2 anni) o le persone in situazione di disagio sanitario che utilizzano pannolini, pannoloni o accessori sanitari avranno a disposizione gratuitamente i sacchi viola RFid di cui necessitano presentando allo sportello un'autocertificazione (vedi in fondo alla pagina);
  • nel caso di rottura dei secchi di raccolta, è possibile richiederne la sostituzione alla S.I.ECO. (al numero verde 800.677.644 oppure allo sportello).
 

Riferimenti normativi

Moduli e Documenti