testata per la stampa della pagina

Addizionale Comunale al Reddito delle Persone fisiche (IRPEF)


In base al dettato del D.Lgs. 360 del 28.09.1998 e successive modifiche, i Comuni hanno facoltà di applicare un'addizionale non eccedente lo 0,8% all'Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (IRPEF). L'addizionale è dovuta al Comune dove il contribuente ha il proprio domicilio fiscale e viene riscossa dal sostituto d'imposta per i lavoratori dipendenti, mentre per i lavoratori autonomi viene calcolata in sede di presentazione  della dichiarazione dei redditi.

Il comune di Castellanza si è dotato con delibera del Consiglio Comunale n. 20 del 29.06.2012 di un Regolamento che disciplina l'esazione dell'imposta, stabilendo delle aliquote differenziate in base al reddito e una soglia di esenzione per redditi inferiori a € 7.500,00.

Le aliquote sono le seguenti:

Fino a € 15.000,00
0,45%
Oltre € 15.000,00 fino a € 28.000,00
0.55%
Oltre € 28.000,00 fino a € 55.000,00
0.65%
Oltre € 55.000,00 fino a € 75.000,00
0.75%
Oltre € 75.000,00
0,80%

L'ammontare dell'imposta si calcola applicando il criterio della progressività d'imposta per scaglioni: se il reddito supera la prima soglia di contribuzione, si applica l'aliquota corrispondente alla prima fascia fino al raggiungimento della prima soglia e l'aliquota successiva per la quota eccedente e via di seguito (es.: per un reddito di € 25.000,00, si calcola l'aliquota dello 0,45% su € 15.000,00 e dello 0,55% su € 10.000,00).

Ulteriori informazioni sull'addizionale Irpef si possono trovare sul sito del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell'Economia e delle Finanze (clicca qui), dove si possono trovare anche le aliquote applicate in tutti i comuni d'Italia (clicca qui).

In caso di errato versamento le domande di rimborso devono essere presentate direttamente agli uffici locali dell'Agenzia delle Entrate. Le modalità sono indicate sul sito dell'Agenzia (clicca qui).

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito