1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuto della pagina

Verde pubblico


Se Varese è la “Città Giardino”, Castellanza può a ragione venire denominata la “Città Parco”. Nonostante abbia una lunga storia industriale e nonostante negli anni sono sorti parecchi palazzi, la città di Castellanza può vantare un primato non da poco. E’ il primato delle aree a verde urbano attrezzato, cioè aree adibite a piccoli parchi e giardini di quartiere con giochi per bambini, aree per cani, ecc.(attrezzate con percorsi di fruizione, panchine ecc.), destinate ad uso pubblico da parte dei cittadini.

Negli anni, infatti, la città ha saputo conservare ampi spazi verdi che rappresentano oggi un prezioso polmone verde.Un polmone che, grazie ai considerevoli interventi effettuati negli ultimi decenni, raggiunge i 202.415 mq. Ciò significa circa 14,00 mq di verde attrezzato per abitante rapportato al numero di abitanti.

Una cifra largamente superiore non solo alla media provinciale, ma anche a quella di tutti i Comuni limitrofi della provincia.

Se a ciò aggiungiamo la parte del Parco Alto Milanese (che è area attrezzata) che rientra nel territorio del comune diCastellanza, arriviamo ad un totale di 728.670 mq. di aree attrezzate a verde pubblico, pari a quasi 50 mq. per abitante.

Cifre enormi se raffrontate con le medie nazionali.

Secondo l’ultimo rapporto dell’Istat(che considera l’anno 2011), in Italia il verde urbano occupa in media il 2,7 per cento del territorio dei capoluoghi di provincia (significa più di 550milioni di metri quadri). Sempre in media, ogni abitante ne ha a disposizione 30,3metri quadri. Le disponibilità più contenute si rilevano al Centro (23 mq per abitante) e al Nord-ovest (24,3 mq). Nelle città del Nord-est il valore medio è quasi doppio rispetto a quelle del Centro e del Nord-ovest (45,4 mq per abitante) e anche nel Mezzogiorno è comparativamente elevato (37,1 mq tra le città del Sud e 26,7 mq nelle Isole).

E stiamo parlando di verde urbano, cioè quello che include il verde storico, le ville, i giardini e i parchi che abbiano interesse artistico o storico e caratteristiche di non comune bellezza (tutelati dal Codice dei beni culturali), la aree a verde attrezzato (quali i piccoli parchi e giardini di quartiere), le aree di arredo urbano (piste ciclabili, rotonde stradali, gli spartitraffico ecc), i giardini scolastici, gliorti urbani, le aree sportive all’aperto, le aree destinate alla forestazione urbana ed altre tipologie di verde urbano quali orti botanici, giardini zoologici, cimiteri, verde incolto.

Insomma, Castellanza si merita a pieno titolo l’appellativo di “Città Parco”.