1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuto della pagina

Calendario Regionale Fiere e Sagre

  1. Che cos'è
  2. A chi rivolgersi
  3. Cosa occorre
  4. Costi
  5. Tempi
  6. Note
  7. Norme, moduli e documenti

Che cos'è

Secondo quanto disposto dall'art. 18 ter della L.R. 6/2010, Regione Lombardia predispone annualmente il calendario regionale delle fiere e sagre, definendo le prime (fiere) come "manifestazione caratterizzata dalla presenza, nei giorni stabiliti, sulle aree pubbliche o private delle quali il comune abbia la disponibilità (..), di operatori autorizzati ad esercitare il commercio su aree pubbliche in occasione di particolari ricorrenze, eventi o festività" e le seconde (sagre) come "manifestazione temporanea (..) finalizzata alla promozione, alla socialità e all'aggregazione comunitaria in cui sia presente l'attività di somministrazione di alimeti e bevande".

La DGR X/5519 del 02.08.2016 all'allegato A precisa che la predisposizione del Calendario Regionale avviene sulla base di un elenco compilato da ogni comune, in cui sono indicate le fiere e sagre che si svolgeranno nell'anno successivo.

Ogni Comune deve quindi inserire sulla piattaforma telematica di Regione Lombardia l'elenco delle fiere e sagre che si terranno nel proprio territorio, comprese quelle oganizzate in proprio (nel caso del Comune di Castellanza la Festa di San Giulio), entro il 30 novembre
. L'elenco deve contenere i seguenti elementi:

  1. i dati anagrafici dell'organizzatore;
  2. la denominazione, l'ubicazione e gli orari di svolgimento della manifestazione;
  3. l'indicazione dell'eventule sito web della manifestazione e i contatti e-mail e telefono;
  4. il programma di massima;
  5. l'evetuale segnalazione di vendita o somministrazione di prodotti tipici enogastronomici, della cultura e dell'artigianato locale.

Il Comune di Castellanza ha fissato al 15 novembre il termine entro cui gli organizzatori di Feste e Sagre devono fornire gli elementi sopra indicati, per poter procedere successivamente all'inserimento dell'elenco del calendario delle Feste e Sagre della Regione.

 

A chi rivolgersi per avere informazioni

Servizio Attività Economiche / Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) tel. 0331 526.274 e-mail commercio@comune.castellanza.va.it indirizzo PEC suapcastellanza@legalmail.it - orari di apertura al pubblico: lunedì, martedì, giovedì, venerdì dalle 11 alle 12.30; mercoledì dalle 15 alle 18.

 

A chi fa capo il procedimento

Tel. 0331 526.274 e-mail cbenedusi@comune.castellanza.va.it.
Responsabile del procedimento: sig. Carlo Benedusi.

 

Cosa occorre

E' necessario presentare domanda compilando il modulo allegato. La domanda va compilata in modalità telematica, firmata digitalmente e inviata esclusivamente tramite PEC all'indirizzo suapcastellanza@legalmail.it dal soggetto organizzatore o dal legale rappresentante (è possibile delegare ad un intermediario come un'associazione di categoria o un professionista abilitato sottoscrivendo la procura digitale che si trova nella sezione modulistica: vedi sotto). E' possibile presentare la domanda anche tramite il SUAP telematico dal portale"Impresa in un giorno" (clicca qui)

 

Quanto costa

La presentazione della domanda non prevede il pagamento di diritti di segreteria.

 

Quanto tempo ci vuole

La domanda verrà perfezionata solo solo dopo la pubblicazione da parte di Regione Lombardia del Calendario 2017 (entro il 15 dicembre).

 

Nota bene

  • Gli organizzatori che intendono modificare dati già inseriti o, in via del tutto eccezionale, presentare domanda fuori termine per una nuova manifestazione non prevista e non prevedibile in sede di programmazione annuale (cioè entro il 15 novembre), possono procedere con le stesse modalità sopra indicate almeno 30 giorni prima della manifestazione. Il Comune, in fase istruttoria, si riserva di valutare la validità dei motivi che hanno determinato il ritardo.
  • Ai sensi dell'art. 11 della L.R. 6/2010, la concessione del suolo pubblico o privato nella disponibilità del Comune per l'istituzione di fiere al di fuori del calendario è rilascia dal Comune, previa consultazione obbligatoria delleparti sociali e solo per quelle manifestazioni in cui lo pazio destinato alla vendita di merci al dettaglio sia pari o inferiore alla metà dello spazio complessivo utilizzato eper l'evento.
 

Riferimenti normativi

 

Moduli