1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuto della pagina

Bonus energia (disagio economico e fisico)

  1. Che cos'è
  2. A chi rivolgersi
  3. Cosa occorre
  4. Costi
  5. Tempi
  6. Nota bene
  7. Norme, moduli e documenti

Che cos'è

Il Bonus Energia è una misura di sostegno economico rivolte alle famiglie in disagio economico oppure in disagio fisico, costrette cioè per grave malattia a ricorrere ad apparacchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita di un componente il nucleo. Il riconoscimento del bonus comporta una riduzione applicata direttamente sulla bolletta del costo annuo dell'energia elettrica e del gas. Il valore del bonus viene determinato ogni anno dall'Autorità per L'Energia Elettrica e il Gas. Il bonus viene attivato per un solo contratto di fornitura associato al nucleo familiare.

La riduzione per disagio economico viene riconosciuta in presenza di un ISEE inferiore a e 7.500,00 (20.000,00 per le famiglie con più di 3 figli a carico) e varia per l'anno 2013 da € 71,00 a e 155,00 sull'energia elettrica e del 15% circa sul gas (per i dettagli clicca qui). Il beneficio ha una durata annuale.

La riduzione per disagio fisico viene riconosciuta in presenza di uno strumento elettromedicale indispensabile certificata dall'Asl di appartenenza con un documento che attesta:

  • la necessità di utilizzo delle apparecchiature;
  • il tipo di utilizzo e per quanto tempo al giorno sono in funzione;
  • l'indirizzo dove sono installate;
  • la data da cui il richiedente ricorre al loro uso.

Da gennaio 2013 il bonus disagio fisico è articolato in tre livelli (minimo, medio e massimo) in base al consumo delle apparecchiature installate. Il suo valore varia da € 176,00 a € 636,00 (per i dettagli clicca qui) e dura finchè sussiste la necessità dell'uso degli apparecchi (non è necessario cioè chiederne il rinnovo come per il bonus disagio economico).
La domanda va inoltrata ai CAF convenzionati con il Comune tramite l'apposita modulistica messa a disposizione dall'Autorità.

 

A chi rivolgersi per avere informazioni

Le pratiche per la richiesta del bonus energia vengono interamente gestite dai Centri di Assistenza Fiscale di Castellanza in virtù di una convenzione con il Comune. I recapiti e gli orari di apertura sono i seguenti:

  • CGIL - via V. Veneto 13 tel. 0331 504286; orari di apertura lun-ven ore 9-12.30 / 14.30 - 18.30 (su appuntamento);
  • CISL - Via Roma 26 tel. 0331 500527; orari di apertura lun e merc ore 8 - 12.30;
  • ACLI - via V. Veneto 4 tel. 0331 5012739; orari di apertura lun ore 9 - 12.

Per informazioni è comunque possibile contattare la segreteria del settore Politiche Sociali tel. 0331 526.249 e-mail serv.sociali@comune.castellanza.va.it. Orari di apertura al pubblico: vai alla pagina.

 

A chi fa capo il procedimento

Tel. 0331 526.253 e-mail m.scazzosi@comune.castellanza.va.it.
Responsabile del procedimento: a.s. sig.ra Mariangela Scazzosi.

 

Cosa occorre

E' necessario presentare domanda compilando la modulistica predisposta dall'Autorità per l'Energia e dfisponibile presso i CAF. I moduli sono i seguenti:

  • modello di richiesta (Modulo A per il disagio economico, Modulo B per il disagio fisico e Modulo E per famiglia numerosa: vedi sotto),
  • documento di identità del richiedente;
  • attestazione ISEE rilasciata da un CAF (solo per richiesta per disagio economico);
  • autocertificazione dello stato di famiglia numerosa (solo per richiesta di disagio economico e in presenza di più di quattro figli);
  • certificazione ASL che attesti l'uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili (solo per richiesta per disagio fisico);
  • eventuale delega e copia del documento di identità del delegante.
 

Quanto costa

La presentazione della domanda non ha costi.

 

Quanto tempo ci vuole

Il bonus viene erogato in bolletta non prima di due mesi dalla presentazione della domanda. E' possibile monitorare lo stato della pratica accedendo al sito www.bonusenergia.anci.it

 

Nota bene

I due bonus sono comulabili laddove ricorrano contemporaneamente i requisiti di entrambi ed è garantito anche nel caso in cui il beneficiario cambiasse il fornitore del servizio.

 

Riferimenti normativi

sui siti www.bonus.energia.anci.it e www.autorita.energia.it si trovano tutte le circolari ministeriali e le disposizioni di legge.

Moduli e documenti